Sabato 7 novembre: processo a Giovanna d’Arco

Monica Guerritore, salirà sul palco con il suo famoso monologo.

Teatro dei Rinnovati, ore 21:15 – ingresso a pagamento
Teatro dei Rinnovati
Alla Ricerca del Buon Governo
PROCESSO A GIOVANNA D’ARCO
diretto e interpretato da Monica Guerritore
Info e prenotazioni call center del Comune di Siena
Dal 15 ottobre, dal lunedì al venerdì con orario 9.30/12.30 tel.0577/292615 – 292614
vendita online dal 15 ottobre su http://www.comune.siena.it
vendita diretta: presso la biglietteria del Teatro dei Rinnovati il giorno precedente lo spettacolo dalle ore 17 alle 20 e nel giorno di spettacolo dalle ore 16 fino ad inizio rappresentazione
Teatro dei Rinnovati – piazza il Campo, 1 – Siena tel.0577/292265
prezzi biglietti
posto unico : intero € 10 – ridotto € 5 (giovani fino a 29 anni e ultrasessantacinquenni)
Ulteriori informazioni:
Con Giovanna D’Arco la Guerritore abbandona l’interpretazione delle figure femminili (figure che ha portato in televisione con Amanti e Segreti o in teatro con Madame Bovary, Carmen, La Signora dalle Camelie), le cui azioni erano dettate dalla necessità di riempire “il disagio dell’assenza”. e si accosta al personaggio di Giovanna con la disarmante semplicità di chi crede in ciò che fa. Veste l’armatura che arma la vocazione dell’anima da chi insinua il dubbio e sceglie la via di un racconto che unisce gli spettatori nella commozione e nella forza.
Il racconto di una donna, Giovanna D’Arco, diviene, così, racconto di tutta l’umanità. “Non si vede bene che con il cuore” fa dire Saint Exupery al Piccolo Principe, “l’essenziale è invisibile agli occhi”.Il cuore di Giovanna non aveva ragioni, ma forze.
Forze e passioni che sole cambiano la realtà.
E Giovanna rivive nella nostra epoca, compagna di ribellione e speranza di Che Guevara accompagnata dalle immagini a cura di Enrico Zaccheo , del giovane cinese che a piazza Tien An Men ferma col suo corpo un carro armato, di uomini e donne forti della forza che viene dall’istinto di libertà.
I fotogrammi di Dreyer, così lontani, diventano presenti e giudicanti, il sogno di Marhin Luther King testimonia come si levino alte in ogni tempo le voci contro il Potere.
La partitura musicale, di grande importanza, accosta nella massima libertà i “Carmina Burana” di Orff, allAdagio per Archi di Barber,i Queen a Tom Waits, creando quella risonanza emotiva che permette di accompagnare Giovanna alla sua morte senza rimanerne distanti.
Dimenticando l’immagine tramandata, Giovanna è viva attraverso gli Atti del Processo, visionaria e poetica nei versi di Maria Luisa Spaziani, e saranno i versi del De Immenso, che Giordano Bruno scrive prima di essere messo a morte , a dare parole alla sua “ chiamata “.Lei che incarna la perfetta fusione di Corpo- Mente-.Anima.” che lui stesso aveva preconizzato .
Un parallelo tra due destini. Tra due intuizioni. “Dio è in me.” si ostina a gridare Giovanna davanti ai giudici. Ed è la sua morte. Ma non la sua fine.“Una donna non muore se da un altra parte un’altra donna riprende il suo respiro” H.Cixous
L’Hotel Minerva offre camere matrimoniali a 80 Euro B/B a tutti i partecipanti all’evento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: